Logo nero

Mindful walking: i benefici della camminata consapevole

La vita quotidiana obbliga le persone a correre a ritmi frenetici sia in ambito lavorativo sia professionale, accumulando una notevole dose di stress che si ripercuote su tutti gli ambiti.
Per questo motivo è stata elaborata una tecnica di meditazione alla portata di tutti, detta mindfulness, che può essere applicata a diverse situazioni e discipline, come ad esempio la camminata che prende il nome di mindful walking.
I benefici sono riscontrabili su corpo e mente, soprattutto se ci si muove immersi nella natura.

In cosa consiste la mindful walking?

Proprio perdendosi tra le bellezze di una città, di un bosco, di un lago o del mare, è possibile eliminare il pilota automatico che governa la nostra mente per la maggior parte del tempo, riscoprendo quelli che sono i bisogni primari e soprattutto entrando in contatto con la vera essenza del proprio io.
Quando compiamo le solite incombenze, infatti, la mente tende a offuscarsi e perdere di vista la propria centralità, concentrandosi su questioni futili e meccaniche che non fanno altro che allontanarci dai desideri più profondi e dai pensieri che meritano considerazione.
Vivere il presente mentre si passeggia con costanza o si corre su un terreno idoneo aiuta a percepire la bellezza della vita e quanto di buono può offrire nonostante alle volte le situazioni appaiano avverse.

Come si svolge una mindful walking?

Lo scopo di questo genere di attività non è eseguire correttamente un esercizio fisico ma lavorare sulla mente e sullo spirito, aiutandolo a concentrarsi sulle questioni di reale rilevanza.
Il suggerimento è di iniziare con un ritmo solo sostenuto e, se si avverte il bisogno, aumentare l’intensità per quanto possa essere utile a scaricarsi.
Non esiste poi una tecnica definita, ognuno può mettere le mani dove meglio crede, che siano i fianchi, l’addome o altre zone del corpo, per favorire la concentrazione e allo stesso tempo assecondare la fluidità del movimento, che corrisponde a quello del pensiero.

Ascolta il tuo corpo.

Il consiglio è di ascoltare il più possibile il corpo che si muove e agisce, come il piede che si alza e si abbassa dal suolo, assaporando il contatto con la natura circostante.
Anche la stessa fatica, percepita in maniera salutare, permette alla mente di eliminare parte dello stress accumulato e concentrarsi solo sulla soddisfazione dell’obiettivo raggiunto.
Non necessariamente deve esistere una meta definita, l’essenziale sarà assaporare il percorso e rendersi conto di ciò che accade mentre ci si trova a percorrerlo, al contrario di quello che accade nella vita quotidiana.

L’importanza del respiro nella mindful walking.

Come per ogni altra disciplina meditativa, il respiro acquista un ruolo di primo piano e permette di ossigenare le cellule comprese quelle del cervello.
Questo solo a livello prettamente fisico, mentre in ambito mentale è utile per catturare i pensieri davvero importanti e favorire la concentrazione, tralasciando tutte quelle azioni meccaniche che vengono eseguite inconsapevolmente nel corso della giornata.
Se vi trovate all’aperto, quindi, il suggerimento è di scegliere un luogo verde e lontano dal caos cittadino, così che anche la respirazione sia salutare e non si abbia a che fare con lo smog delle macchine.

Mindful walking al mare, in collina o in mezzo alla natura.

Ideale sarebbe recarsi in un grande parco o, ancora meglio, in una zona di montagna o di mare, dove ritagliarsi del prezioso tempo per se stessi e per la propria interiorità.
Sarebbe importante eseguire questa pratica in maniera costante nel tempo, così che il benessere non sia circoscritto esclusivamente a un episodio, ma vi accompagni anche nella vita quotidiana e quando i livelli di stress superano quelli di guardia.
Il consiglio ulteriore è di focalizzarsi anche sui suoni circostanti, che possono fungere da sottofondo dei pensieri e diventare parte del rinnovato relax, soprattutto se provengono dalla natura circostante.

Qual è il segreto ?

Ascoltare, respirare, sentire il nostro interno, sono tutte azioni che diamo troppo per scontate quando invece sono la chiave per una vita serena e pronta ad affrontare gli inevitabili accadimenti.

Se hai voglia di provare un allenamento che concilia mente e corpo, noi di One to One Personal Trainers ti aspettiamo!

Non fermarti qui

Articoli correlati

Colazione sana
onetoone2020

L’Intestino: il nostro secondo cervello

Il benessere psicofisico dipende da molti aspetti e uno di questi è il nostro secondo cervello, l’intestino. Il 2 cervelli sono interconnessi da terminazioni che