Logo nero

Equilibrio come migliorarlo con lo Yoga

Lo yoga è senz’altro uno strumento molto utile per prendere consapevolezza del proprio corpo e per raggiungere quel livello di pace e benessere mentale difficilmente ottenibile a causa della vita frenetica che la società odierna impone ad ognuno di noi.
In particolare, lo yoga ha importanti connessioni con quello che è l’equilibrio del proprio corpo: non solo, alcuni esercizi ed asana mirano proprio a migliorarlo.
In che senso lo yoga è legato doppio filo all’equilibrio?
Quali sono alcuni esercizi finalizzati al suo miglioramento?
Analizziamo la risposta a ciascuno di questi quesiti, fornendo una panoramica dettagliata sull’argomento in questione.
Immergiamoci subito!

Equilibrio e yoga: la stretta correlazione esistente

Innanzitutto, è doveroso menzionare l’esatta definizione di equilibrio: stando a quanto dice la sua etimologia, l’equilibrio non è altro che lo stato di quiete del proprio corpo.
Anatomicamente parlando, l’organismo umano raggiunge un certo equilibrio spaziale grazie a precise strutture, come le orecchie, le quali contengono speciali recettori che permettono di assumere una postura corretta capace di annullare la forza di gravità alla quale siamo perennemente sottoposti.

Cos ‘è l’equilibrio?

Tuttavia, l’equilibrio non è solamente connesso alla posizione spaziale che assumiamo durante le nostre giornate: esso possiede una connotazione molto più psicologica e interiore.
La paura di cadere, ossa quel timore di perdere quella posizione stabile, ha un senso anche prettamente metaforico, in quanto è direttamente proporzionale alla mancanza di fiducia e di sicurezza in sè stessi, come se non si possieda la totale consapevolezza del proprio corpo, fattore che si traduce in una postura scorretta.

Yoga ed equilibrio.


Ecco l’esatto punto dove lo yoga risulta essere particolarmente potente e utile: esso permette di gestire il proprio respiro, migliorando la postura e ancorando le proprie radici a terra, per raggiungere un certo livello di stabilità emotiva e fisica.
L’equilibrio di stampo fisico è legato a quello mentale: solo se si possiede una mente sgombra da qualsiasi preoccupazione o pensiero negativo si potrà raggiungere un equilibrio del corpo stabile e duraturo.
Esistono, a questo proposito, diversi esercizi ed asana che mirano al soddisfacimento di tutto questo: quali?

Esercizi di yoga che migliorano l’equilibrio

Per migliorare il proprio equilibrio, basta integrare la propria routine giornaliera di esercizi con alcuni asana specifici: uno di essi è il Vrksasana, altresì nota come la posizione dell’albero.
Si tratta di un esercizio che basa l’equilibrio del corpo sul piede destro per appoggiare il piede sinistro all’interno coscia con le dita del piede in corrispondenza del ginocchio.
La posizione si conclude posizionando le mani unite al centro del petto: in questa posizione, il respiro viene agevolato e si ottiene un equilibrio più stabile.

Virabhadrasana 3

Un’ulteriore posizione utile per raggiungere l’equilibrio perfetto è nota come Virabhadrasana 3, detta anche la posizione del guerriero: il suo concetto si basa sulla distensione laterale delle braccia e su un unico movimento di flessione del busto in avanti, con contemporaneo posizionamento della gamba sinistra indietro ma sempre mantenendo il baricentro del corpo parallelo al pavimento.

L’equlibrio si raggiunge mantenendo lo sguardo fisso in un punto a terra e concentrandosi sul respiro: probabilmente, per le prime volte non sarà facile raggiungere comodamente questa posizione, ma con la pratica si migliora esponenzialmente.
Da menzionare anche la posizione della mano all’alluce, che prevede l’ancoraggio tra l’indice e il medio della mano destra con l’alluce del piede sollevato, mantenendo sempre la schiena e le gambe dritte.

La posizione della tigre.

Si parte  da un posizionamento quadrupede per poi includere il sollevamento della gamba destra piegata all’indietro e la presa del piede con la mano sinistra.
Infine, includiamo anche la posizione dell’aquila, che prevede la flessione delle ginocchia, il sollevamento della gamba e il suo avvolgimento intorno all’altra, con incastro delle dita del piede intorno al ginocchio della gamba a terra.
Il respiro in questa particolare posizione consente di ottenere l’equilibrio totale del corpo.
Insomma, praticare questi ed altri esercizi di yoga vuol dire migliorare un importante componente della quotidianità, l’equilibrio, ma anche raggiungere la sua variante mentale, necessaria per affrontare la vita di tutti i giorni!

Non fermarti qui

Articoli correlati